Altre curiosità: chi sale e chi scende, l'Italia del volley

martedì 22 maggio 2018 - La finale scudetto
Chi sale e chi scende. Migliorano Ravenna (dal 14^ all’argento), Trento di 16 gradini (ora quarta, perdendo l’imbattibilità nelle prime quattro “piazze”) e della metà Treviso ed i sorrentini di Meta (ora, rispettivamente, al 5^ e 10^ posto). In attivo pure la Roomy ’78 Catania (dall’11^ al 7^) e, ancora nelle retrovie, Perugia (dal 24^ al 21^). Vorticoso il calo dei savonesi di Finale Ligure (dal 7^ al 26^) ma più contenuto quello di Castelferretti (da 4^ a 6^) e Bolzano (-4, era decima), mentre Cuneo scivola dal 5^ al 12^. Restano totalmente all’asciutto, lasciando anzi tempo il torneo con tre secche sconfitte e chiudendo la classifica nell’ordine, quattro sestetti: i goriziani di Savogna d’Isonzo, Finale Ligure, i lucani di Villa d’Angri e, appunto, l’Isernia.
I NUMERI DELLE 28. Lasciano Catania anche le ultime 16 squadre partecipanti. Delle 28 inizialmente in lizza, ben sei venivano da tre province (Milano, Treviso e Bar; le prime due già con la città principale), 4 rappresentavano capoluoghi di regione e 13 altrettanti capoluoghi di provincia (comprese quelle autonome di Bolzano e Trento). Accanto a loro, altri 11 centri non capoluogo, a partire da piccole realtà Savogna d’Isonzo (appena 1700 abitanti), Meta (8 mila), Finale Ligure (11700), Casale sul Sile ed i leccesi di Leverano (13 e 14 mila), oltre che Castellana Grotte (dove quasi ventimila anime fremono - da vicino e da lunga “pezza” - la Serie A di volley). Nel conto, addirittura, anche un paio di frazioni: Villa d’Angri (quasi 3600 abitanti nel comune potentino di Marsicovetere) e Castelferretti (6500 residenti nel più generale comune di Falconara Marittima). Tra grandi e piccoli, all’anagrafe come negli storici e ricchi “palmares” (già a livello giovanile), con “piazze” storiche e non : anche questo è l’Italia del volley.
Patrizio Agosta

« Torna all'archivio
FIPAV - Federazione Italiana Pallavolo
via Vitorchiano, 81-87 - 00189 Roma (RM)

Copyright 2018 Federvolley